Il progetto di Federmetano “Biometano dalla terra per la terra” vince una menzione speciale.

Il progetto di Federmetano “Biometano dalla terra per la terra” vince una menzione speciale.

Ieri, 22 dicembre 2020, si è svolta la cerimonia di premiazione della sesta edizione del “Premio Innovatori Responsabili 2020″. 145 i progetti candidati di cui 141 ammessi a un premio nato per valorizzare le azioni di imprese, professionisti, associazioni, scuole e Università realizzate in Emilia-Romagna, volte a favorire il risparmio energetico, la produzione di energia pulita e l’economia circolare in vista dell’attuazione dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Il premio è arrivato alla sua 6° edizione, vuol dire che siamo riusciti a costruire una comunità di innovatori responsabili. Al centro c’è la grande sfida al cambiamento climatico e della qualità del lavoro. Ci rivolgiamo a imprese, professionisti, associazioni, Università perché serve l’impegno di tutti per traguardare gli obiettivi dell’ONU”, ha commentato Morena Diazzi, Direttore generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa, Regione Emilia-Romagna.

Sette le categorie premiate, cui si è aggiunge il premio Ged — Gender equality and diversity label ai migliori progetti riferiti ad azioni per le pari opportunità, un premio speciale Resilienza Covid-19 e un premio speciale 2030 GiuntaER.

Un riconoscimento è andato anche al progetto di Federmetano “Biometano, dalla terra per la terra”, con la seguente motivazione:

“Questo progetto di formazione per gli studenti su una filiera così poco conosciuta, come quella del biometano, fa circolare, insieme all’economia, anche conoscenze, competenze e professioni nuove, nonché tante proficue relazioni tra Università, Centri di ricerca e imprese”.

Siamo l’associazione di categoria dei distributori di gas metano per autotrazione in Italia. Esistiamo da oltre 70 anni (l’attività inizia nel 1948).